E-volution: concept

Ogni quadro racconta una storia.

Ogni creazione ha un suo perché.

Ogni cambiamento conduce a una evoluzione.

E ogni Evoluzione parte sempre da una fase di riflessione, in cui il nostro pensiero critico ci spinge a riconsiderare lo status quo e ci guida, in maniera quasi ingannevole e furtiva, verso il cambiamento.

Una Ri-voluzione, insomma, da cui nasce un’E-voluzione. La nostra Evoluzione.

Un’Evoluzione spesso totale, intima, una strada a senso unico, dalla quale non si torna indietro.

Tuttavia, non sempre il cambiamento viene accolto favorevolmente da chi resta ancorato ad una realtà immobile, ad una realtà che è sempre uguale a se stessa, quasi come un fermo immagine dal quale non si riesce a distogliere lo sguardo.

Per questo, all’inizio, il concetto da cui nasce questo quadro è stato frainteso, male interpretato, non accettato.

E non volendo arrendermi all’ immobilità che troppo spesso mi circonda, ho deciso di mettere un tratto su questo quadro. L’ho disfatto. Per proteggerlo. Affinché non venisse calpestato e non diventasse, invece, In-voluzione.

Da ciò ho tratto un insegnamento che mi resterà dentro per sempre e continuerà a segnare le mie creazioni: l’Evoluzione va spinta, sempre e a qualunque costo.

La Ri-voluzione intimorisce. L’E-voluzione spaventa ancora di più.

Un’Evoluzione piena, totale, consapevole, sia essa sociale, morale, civile o personale, può avvenire solo dopo aver conosciuto e superato ostacoli quali guerre, pandemie, miserie, disagi interiori, depressioni, dolori.

In questa mia opera, i blu, i rossi, i neri stanno proprio ad indicare i disagi di ciascuno di noi. Ma poiché sono profondamente convinto dell’immensa bellezza della vita, so che c’è sempre una via d’uscita, e quella freccia che va verso l’alto, nel bianco, indica appunto la strada verso l’Evoluzione.

Un’Evoluzione ispirata da cose semplici, da un desiderio, da un sogno, dal ricordo, da un’amicizia sincera.

Un’Evoluzione ispirata da un tratto su una tela, dai colori di un quadro, da un affetto profondo, come quello che mi lega a Eleonora, Ida e Daniela, alle quali auguro di continuare a percorrere sempre la strada dell’Evoluzione.

Un’Evoluzione verso il bianco, verso la rinascita, il nuovo.

Un’Evoluzione verso una dimensione più ampia, più alta, verso la purezza ritrovata.

Un’Evoluzione che auguro a ciascuno di voi.

AlfredoAvagliano  2020